.
Annunci online

  zoffoli [ perchè non serve nascondersi ]
         

 

 




La rigidità si da' l'illusione del
rigore, eliminandone quel che vi è di nebuloso, incerto,contraddittorio. Ma, effettivamente, essa mutila il reale.

 Il pensiero non mutilante lavora con l'incertezza e affronta la contraddizione.

Edgar Morin

 
 E ora che mi hanno
candidato?... Aiuto!!!

                   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.leftwing.it/



27 giugno 2006

E se ora cominciassimo anche a governare?

NO, NO, NO, NO, NO, NO, NO, NO, NO, NO...




permalink | inviato da il 27/6/2006 alle 11:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa



26 giugno 2006

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO... SERISSIMA!

Incuriosito dal fatto che improvvisamente il programma "ShiniStat" registrava picchi di visite improbabili, visto il tono niente di chè degli ultimi post, sono andato a verificare chi fosse così interessato a me e al mio blog.
I paese di provenienza delle visite sono Corea, Iran, Turchia ecc.
I siti di provenienza di tali visite... tutti a sfondo sessuale :-(
Ora che io sia un grande amatore, come scrive il mio amico Stefano "Ananasso", magari posso anche farlo credere e lusingarmi e riderci sopra, ma confesso che questa storia mi disturba seriamente... anche perchè non so che tipo di siti siano e quali i loro contenuti (ci vuole poco a finire indagati per qualche cosa di abominevole!!!).
Quindi dichiaro da subito la mia totale estraneità alla cosa sperando di non essere riempito ora da attenzioni idiote o da battute fuori luogo.

QUESTA SI CHE E' UNA COMUNICAZIONE DI SERVIZIO... SERIA!!!




permalink | inviato da il 26/6/2006 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



23 giugno 2006



Era il 30 ottobre 1975 quando Pier Paolo Pasolini sciveva questa "Lettera luterana a Italo Calvino" muovendo le proprie argomentazioni dai fatti del Circeo.
I dialoghi riportati in questi ultimi due anni nelle varie intercettazioni me l'hanno ricordata.
In che paese viviamo? Assuefatti a tutto senza neanche più la capacità o la voglia di indignarsi?

N.B. quarantotto ore dopo P.P.Pasolini veniva ucciso

Tu dici: " Nella Roma di oggi quello che sgomenta è che questi esercizi mostruosi avvengono nel clima della permissività assoluta, senza più l’ombra di una sfida alle costruzioni repressive...."
Ma perché questo?
Tu dici: "... il pericolo vero viene dall’estendersi nella nostra società di strati cancerosi..."
Ma perché questo?
Tu dici: "Non c’è che un passo dall’atonia morale e dalla irresponsabilità sociale (di una parte della borghesia italiana, tu dici) alla pratica di seviziare e massacrare..." Ma perché questo?
Tu dici: " Viviamo in un mondo in cui l’escalation nel massacro e nella umiliazione della persona è uno dei segni più vistosi del divenire storico (onde criminalità politica e criminalità sessuale sembrano in questo caso definizioni riduttive e ottimistiche, tu dici)".
Ma perché questo?
(...)
Cosa dedurre da tutto questo? Che la "cancrena" non si diffonde da alcuni strati della borghesia (romana) (neofascista) contagiando il paese e quindi il popolo. Ma che c’è una fonte di corruzione ben più lontana e totale. Ed eccomi alla ripetizione della litania. 
È cambiato il "modo di produzione" (enorme quantità, beni superflui, funzione edonistica). Ma la produzione non produce solo merce, produce insieme rapporti sociali, umanità. Il "nuovo modo di produzione" ha prodotto quindi una nuova umanità, ossia una "nuova cultura" modificando antropologicamente l’uomo (nella fattispecie l’italiano).




permalink | inviato da il 23/6/2006 alle 9:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



22 giugno 2006

Serie B da favola!

Deferiti Juve, Lazio, Fiorentina e Milan




permalink | inviato da il 22/6/2006 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



22 giugno 2006

???

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO...

Ma quell'Ale che mi commenta ogni tanto senza link è quello che penso io (collega di diverse cose oltre tutto)?

FINE COMUNICAZIONE DI SERVIZIO... Grazie




permalink | inviato da il 22/6/2006 alle 15:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



21 giugno 2006

Outing



Alla faccia delle chiacchiere a vuoto. Delle scissioni rifondarole. Dei 102 sottosegretari. Dei giochi di posizione. Delle strategie autoreferenziali tra "alleati". Delle incertezze. Della mancanza di coraggio. Del bilancino con il quale si sposta più in là ogni seria presa di posizione...
Mi dichiaro (magari a voi non ve ne frega giustamente nulla...): io sono d'accordo.
TAV, Ponte sullo Stretto ecc. sarebbero semplici (oddio non tanto semplici!) concretizzazioni di un atteggiamento finalmente chiaro, propositivo, nuovo, capace di mettere le mani nel piatto delle decisioni.
E' evidente che tutto questo ha un valore se sostenuto da un grande progetto, un grande sogno, capace di ridisegnare il nostro territorio, la nostra economia, indicare le prospettive verso il quale decideremo di muoverci.
Contraddizioni ce ne saranno certamente. Discussioni e scontri (verbali beninteso) anche.
Ma per dio ci si muova finalmente!




permalink | inviato da il 21/6/2006 alle 10:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



20 giugno 2006

I Savoia e la mia mamma



Mia mamma è una brava persona. E le voglio bene come è naturale che sia. Ma in questi giorni non posso fare a meno di ricordarmi quando, da piccolo, mi raccontava che al referendum monarchia vs. repubblica votò per loro: i Savoia. Diceva che ancora sognava carrozze e ricevimenti fastosi... Chissà cosa ne penserà oggi?
Ora la chiamo e glielo chiedo.




permalink | inviato da il 20/6/2006 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



16 giugno 2006

Depressioni



...e si, sono depresso. Ora sembrerà che ho qualcosa in particolare contro i Verdi (in realtà continuo a non capire perchè debba esistere un partito "specializzato", come se gli altri invece dell'ambiente se ne freghino) ma non è vero.
Certo quando leggo che il buon Pecoraro pensa di trovare soldi per il paese tassando i SUV (mostri che anche io odio beninteso) che rappresentano lo 0,1 delle automobili circolanti in Italia o quando scopro che tra i 100.000 inutili sottosegretari di questo nostro "amato e sofferto" governo c'è anche quel simpaticone di Paolo Cento che dovrebbe occuparsi di tenere in contatto il Pecoraro medesimo con Padoa Schioppa, non posso che cercare immediatamente una farmacia e chiedere del buon Prozac per continuare a sperare che qualcosa cambierà...

Ferrerooooooooooooo??? Dove stanno allora queste stanzette? Ne ho bisognooooo!




permalink | inviato da il 16/6/2006 alle 10:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



12 giugno 2006

Non mi interessa chi siamo... Voglio capire chi diventeremo

Il Partito democratico dei riformisti, il nuovo soggetto politico… lo diciamo tutti:
E’ nelle cose”.

E tanto lo diciamo che ormai ne siamo sinceramente convinti.
Come qualcosa che avverrà, a breve, quasi per partenogenesi.
Poi, a giorni alterni, le notizie che appaiono sui giornali o in televisione si incaricano di smorzare queste certezze.
Saranno sincere le letture che appaiono in giro delle dichiarazioni di un dirigente DL o di uno dei DS? Saranno mirate confusioni o interpretazioni maliziose? Saranno frenate e accelerazioni dettate da inimmaginabili strategie politiche sconosciute alle masse che attendono la soluzione di un rebus che, come dicevamo, indubitabilmente arriverà?
Tutto questo non è dato sapere.

L’unica cosa che credo di sapere è che ora (aggiungerei anche… o mai più!) qualcosa va messa in moto.
E senza dover aspettare il benestare di qualcuno (non vi è mai venuto in mente che forse ci sono in giro dei qualcuno che tutto sommato, al di là della coccarda di adesione, del tutto magari non gliene frega proprio nulla?).

-Fai qualcosa. Ma falla. Comincia a camminare-

Se è vero, come si dice, che solo quello che non si sa vale la pena di essere fatto, allora siamo a cavallo.
Anzi.
Decido e prendo spunto proprio da questa affermazione:

solo quello che non si sa vale la pena di essere fatto, il resto è semplice e banale ripetizione

Che significa? Significa che voglio riprendere in mano il senso più vero dell’essere di sinistra.
Vogliamo esagerare? Ma si facciamolo e così cominciamo ad essere una volta per tutti anche un po’ più inclusivi…

il senso più vero dell’essere di centro sinistra.

Ricominciare a progettare il futuro, liberandoci da vecchi lacci ideologici. Liberare uno sguardo nuovo, includere ed elaborare, accogliere.
Costruire la nuova identità partendo dal basso. Costruire mentre si fa, mentre ci si sporca le mani con le contraddizioni.
Al diavolo chi siamo stati (che poi al diavolo non ci va mai perché alla fine siamo esattamente ciò che siamo stati!).

Voglio capire chi diventeremo!




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 16:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



12 giugno 2006



E' EVIDENTE CHE IL POST QUI SOTTO E' STATO SCRITTO DA QUALCUNO CHE CONOSCE LA PASSWORD DI ACCESSO AL MIO BLOG (E QUALCHE SOSPETTO CE L'HO!).
NON CANCELLO NULLA MA FACCIO UNA PRECISAZIONE, NELLA SOSTANZA SONO DACCORDO, MA LA PARTITA VIENE PRIMA DI QUALSIASI PRESTAZIONE. NON MI OFFRO IN ALTERNATIVA! :-)




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


sfoglia     maggio   <<  1 | 2  >>  
 


Ultime cose
Il mio profilo



DS Mazzini
Golem
Design
Arch'It
Archimagazine


Blog letto 134711 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom